Visita guidata all’arte sacra rinascimentale in città

Dedicato agli amanti dell’arte sacra, Art & Miracles Tour vi condurrà alla scoperta delle chiese più belle di Milano, realizzate tra il 1200 e il 1400, a pochi passi l’una dall’altra.Tra le loro mura apprezzerete le opere dei più famosi artisti dell’epoca e antichi organi dal suono divino. In particolare, S. Antonio Abate ospita l’organo settecentesco in controfacciata già rimodernato dal Bernasconi, suonato nel 1773 da W. Amadeus Mozart per presentare il mottetto Exultate Jubilate, composto proprio a Milano. All’interno del tour anche un’esclusiva sorpresa musicale riservata ai nostri esploratori urbani!

Itinerario

San Bernardino alle Ossa: la storia della chiesa e del suo ossario risale al XIII secolo quando una zona coltivata a orti, giardini, boschi fu dotata di un piccolo ospedale, gestito dalla confraternita laica dei Disciplini. Nella cappella ossario spicca la visione delle pareti completamente riempite da resti ossei provenienti dall’antico ossario dell’ospedale e dai cimiteri soppressi dopo il 1652.

Santa Maria della Passione: riconosciuta come la più grande chiesa di Milano dopo il Duomo, la sua storia inizia nel 1485. L’opera di Daniele Crespi si può ammirare in un ciclo di quadri inerenti la Passione di Gesù e una suggestiva visione di San Carlo Borromeo. L’organo di destra fu costruito dal rinomato Gian Giacomo degli Antegnati nel 1558. Di rilievo nel transetto di sinistra la presenza di un’Ultima Cena realizzata da Gaudenzio Ferrari.

Sant’Antonio Abate: la storia del complesso nasce nella seconda metà del Trecento quando a Milano furono chiamati dei monaci Antoniani con l’obiettivo di curare e assistere gli ammalati colpiti dal “fuoco sacro”. La cappella dell’Annunciata custodisce i dipinti di Giulio Cesare Procaccini, raffiguranti l’Annunciazione, la Visitazione, la Fuga in Egitto, Angeli e l’Eterno in gloria, considerati fra i massimi capolavori del barocco milanese.